;

Confronto tra VPN e server proxy: cosa è meglio?

Le VPN (reti private virtuali) e i server proxy vengono utilizzati per aumentare la privacy e l’anonimato online. Questi servizi si utilizzano anche per aggirare le restrizioni geografiche e la censura. Confrontando VPN e proxy, si noterà che esistono molte differenze chiave. Ciò che entrambi hanno in comune è che stabiliscono connessioni con i siti Web di destinazione tramite indirizzi IP anonimi. Vengono infatti usati l’IP e l’identità dell’operatore del servizio al posto di quelli dell’utente.

A differenza di un server proxy, una VPN cripta l’intera connessione dati. Il proxy nasconde gli utenti dietro un IP proxy, ma i dati non sono completamente crittografati o protetti. Esistono anche differenze nettissime tra server proxy e VPN in termini di prestazioni e velocità.

Una rapida occhiata a VPN e server Proxy: per cosa si usano?

In quanto server, un proxy rappresenta una sorta di ponte tra un programma e Internet. Agli occhi di parti esterne, le informazioni trasmesse durante il processo hanno l’indirizzo IP del server proxy. Di norma, il proxy può anche essere utilizzato per accedere a siti Web bloccati di certi paesi, ad esempio a causa di leggi riguardanti la censura. Tuttavia, un server proxy non cripta alcun dato durante la trasmissione, quindi in realtà chiunque può visualizzare i dati trasmessi. Un proxy può essere utilizzato per un semplice offuscamento dell’identità, per esempio per aggirare i blocchi geografici. Non è però idoneo a fornire un completo anonimato.

Le VPN sono strumenti molto più potenti. A differenza dei server proxy, salvaguardano anche la privacy e l’anonimato dell’utente. Creano dei tunnel criptati utilizzando specifici Protocolli VPN (per esempio IKEv2 IPsec, OpenVPN, SSTP o Wireguard). In tal modo, tutti i dati che passano dal computer al server VPN vengono criptati. Le VPN possono quindi svolgere tutte le funzioni di applicazione dei server proxy e, in aggiunta, offrono anche il vantaggio della crittografia.

Quali vantaggi hanno le VPN rispetto ai server proxy?

Un client VPN ha numerosi vantaggi rispetto a un server proxy, in particolare in termini di velocità di navigazione, protezione dei dati, sicurezza e prestazioni quando si fa streaming o si scarica qualcosa.

Vantaggi della velocità

La velocità è un fattore cruciale nell’attuale mondo di Internet. I contenuti e lo streaming di video ad alta risoluzione sono solo alcuni degli esempi dove il fattore velocità è rilevante. Le VPN e i proxy, così come  la rete di browser Tor, costituiscono tutti dei passaggi intermedi tra il computer e Internet. Di conseguenza, la possibile velocità di trasmissione ne può essere influenzata. Questa interferenza si manifesta tuttavia in grado diverso.

I proxy sono abbastanza veloci per la navigazione occasionale in Internet o per l’invio di e-mail. Quando si tratta di attività come lo streaming di video, tendono invece a essere troppo lenti e inaffidabili. Inoltre, si consiglia cautela durante il trasferimento di dati tramite proxy a causa della mancanza di crittografia.

La maggior parte delle VPN offre una velocità sufficiente per il trasferimento di dati pesanti, tuttavia la velocità varia in base a diversi fattori. Un aspetto importante è la posizione. Per una maggiore velocità, è sempre consigliabile scegliere un server VPN geograficamente vicino. Le connessioni ai server VPN in una posizione più distante possono interferire sulla velocità di trasmissione. Alcune reti private virtuali connettono automaticamente gli utenti a server con un basso carico di dati. Questo produce un effetto benefico sulla velocità, anche laddove il server più vicino non venga utilizzato.

Clicca qui per navigare e scaricare rapidamente, in sicurezza e in anonimato con la VPN Shellfire!

Maggiore protezione dei dati con la VPN

Un proxy sostanzialmente si identifica nel server di destinazione come proxy. Alcuni proxy sono anonimi e nascondono l’indirizzo IP, ma ci sono anche proxy trasparenti che non lo fanno. Alcune varianti crittografano localmente sul PC gli URL a cui si accede.

Le VPN garantiscono un livello di protezione dei dati più elevato. Quando si utilizza una VPN, i servizi di tracciamento dei siti Web visitati possono vedere solo l’indirizzo IP assegnato dal server VPN. Sebbene alcuni servizi possano identificare il traffico VPN, i dati trasmessi attraverso questo traffico rimangono comunque crittografati. In teoria, il provider VPN è l’unica entità in grado di visualizzare l’identità dell’utente, quando si utilizza una VPN. In pratica, conviene pertanto scegliere un provider come Shellfire, che non archivia file di registro.

A differenza dei server proxy, le VPN criptano anche tutti i dati trasferiti garantendo il massimo livello di sicurezza e anonimato, soprattutto se ci si affida a un provider VPN come Shellfire che non archivia i file di registro.

Maggiore sicurezza

La sicurezza della connessione Internet rappresenta per molti utenti un fattore decisivo, quando si tratta di scegliere una VPN. Un proxy medio difficilmente può garantire l’integrità della connessione. I due protocolli proxy più utilizzati sono HTTPS e SOCKS, che non contribuiscono alla crittografia del traffico di dati.

I proxy basati su HTTPS garantiscono lo stesso livello di crittografia di cui un sito Web HTTPS già dispone. Quelli che vogliono fare affidamento su un proxy gratuito devono essere consapevoli delle sue prestazioni e limitare la navigazione nei siti Web HTTPS con questo proxy.

Con le VPN, invece, la sicurezza della connessione Internet è molto più elevata. Prima la VPN crittografa tutto il traffico dati dal dispositivo utilizzato e lo trasmette al server VPN più indicato, poi lo inoltra al sito o al servizio di destinazione. In caso di attacchi informatici o spionaggio, ad esempio tramite uno sniffer, l’hacker riceverà solo i dati crittografati. Questo non si può evitare. I servizi VPN aiutano a garantire che gli utenti possano stabilire connessioni protette anche quando utilizzano reti esterne, il che costituisce un vantaggio per la sicurezza, soprattutto quando si usano reti WLAN non protette.

Prestazioni del download e dello streaming

Sia i server proxy che la VPN supportano i servizi di streaming di base. Lo streaming di vari contenuti è possibile se gli utenti si affidano a server stabili e veloci. È anche possibile eseguire lo streaming dall’estero, ma la stabilità e la velocità possono differire tra i due servizi.

Una VPN in genere raggiunge velocità di trasmissione più elevate e beneficia di output stabili. Le sue prestazioni concrete dipendono dalla posizione del server e dal corrispondente carico di dati in ogni singolo caso. Rispetto al proxy, la VPN rappresenta una scelta migliore per lo streaming. Tuttavia, va tenuto presente che alcuni dei fornitori di contenuti bloccano le connessioni stabilite tramite una VPN di standard medio. Si tratta di una contromisura presa nei confronti degli utenti che vogliono accedere a contenuti che dovrebbero essere accessibili solo a livello regionale.

I server proxy hanno dei vantaggi rispetto alle VPN?

Trattandosi di una soluzione semplice, è risaputo che il server proxy ha una notevole facilità d’uso. È perciò la scelta giusta se a un utente basta un indirizzo IP anonimo senza necessitare la crittografia dei suoi dati. Una tipica area di applicazione è il semplice accesso a contenuti bloccati su base geografica. L’uso di un proxy è invece sconsigliato per attività online che prevedano la trasmissione di dati sensibili. In pratica, tuttavia, l’uso di una VPN non è più complicato di quello di un proxy. Una volta che una VPN è installata, per poterla usare basta un clic.

Clicca qui per maggiori informazioni sulla sicurezza, velocità e anonimato che ti dà la VPN Shellfire!

Conclusioni

Fondamentalmente, sia i proxy che le VPN hanno le loro aree di utilizzo ottimali. Considerando la crescente importanza della protezione e della sicurezza dei dati, una VPN è preferibile per la maggior parte delle connessioni grazie alle sue capacità di crittografia. Quando si tratta di trasferire dati personali sensibili, gli utenti dovrebbero sempre optare per una VPN anziché per un proxy.

5/5 (1)

How did you like this post?