;

Acquistare una VPN anonimamente: Come proteggere la tua Privacy con le criptovalute

Vorresti utilizzare il nostro servizio VPN per navigare in Internet in modo anonimo e sicuro, anche su reti WiFi pubbliche o in location soggette a blocco geografico? La privacy non deve limitarsi esclusivamente a questo, anche nel momento stesso dell’acquisto di una VPN puoi fare in modo che durante il processo di pagamento i tuoi dati privati rimangano il più possibile protetti.

Lo scopo di questo articolo è mostrarti  come pagare un servizio VPN in modo anonimo attraverso varie criptovalute, e a cosa prestare attenzione per mantenere l’ anonimato durante l’intero processo.

Quali criptovalute possono essere utilizzate per pagare la VPN Shellfire?

Shellfire collabora con CoinPayments.net per consentirti di pagare la VPN con la maggior parte delle criptovalute  al momento più diffuse.

Tra queste si annoverano Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Bitcoin Cash (BCH), Ripple (XRP), Litecoin (LTC), Dash (DASH), Monero (XMR), Zcash (ZEC) e anche Dogecoin (DOGE).

Per vedere l’elenco completo delle valute che attualmente possono essere usate per pagare la nostra VPN puoi consultare questo link: https://www.coinpayments.net/supported-coins

Le criptovalute garantiscono davvero la privacy?

Va detto, a questo punto, che non tutte le criptovalute offrono lo stesso livello di sicurezza. In molti casi è assolutamente possibile, anche se l’operazione non è certo delle più semplici, scoprire chi ha effettuato una transazione in Bitcoin. Tuttavia, qualsiasi criptovaluta offre un maggior grado di anonimato rispetto ai tradizionali metodi di pagamento quali bonifici bancari, carte di credito o PayPal.

Se ritieni l’anonimato di particolare importanza nel momento in cui acquisti una VPN, è consigliabile utilizzare una criptovaluta creata appositamente per tale scopo.

Quali criptovalute offrono il massimo livello di sicurezza? Possono essere usate anche per pagare un servizio VPN?

Monero, Zcash, DASH (con la funzione PrivateSend attivata), Verge, Horizen e Beam offrono molta più sicurezza dei Bitcoin e di Ethereium. Il nostro partner CoinPayments tratta tutte le criptovalute sopracitate, per cui la scelta sta a te.

Cosa fare se ancora non possiedi criptovalute?

Se ancora non possiedi alcuna criptovaluta o in generale non hai familiarità con l’argomento, non c’è bisogno di andare nel panico: in fin dei conti, il processo non è poi così complicato.

Un breve riepilogo della procedura:

  1. Crea un portafoglio per la criptovaluta di tua scelta. Puoi immaginare questa cosa come un portafoglio virtuale. Il modo più semplice per crearlo ‒ ma anche il meno sicuro ‒ è attraverso una conversione. Alcuni fornitori importanti e conosciuti operanti in questo segmento sono, ad esempio: Binance, Coinbase, Kraken e Bitpanda.
  2. Acquista nel corso della conversione un quantitativo di unità della criptovaluta con cui vuoi pagare che sia sufficiente. Una volta completato l’acquisto, la corrispondente quantità di criptovaluta apparirà direttamente nel tuo portafoglio.
  3. Scegli l’offerta VPN Shellfire che ti alletta di più.
  4. Quindi, arrivato al check-out, seleziona semplicemente l’opzione di pagamento tramite criptovaluta. Verrai reindirizzato al nostro partner CoinPayments, che gestirà il resto della procedura.

In questo video puoi vedere come funziona generalmente un pagamento in criptovalute:

È legale acquistare anonimamente un servizio VPN?

Sì, perché così come puoi rimanere anonimo in un panificio pagando in contanti, puoi rimanere anonimo anche online scegliendo di pagare attraverso criptovalute.

In sostanza, qualsiasi pagamento in criptovalute è perfettamente legale.

Quali altri aspetti dovrebbero essere considerati, quando si acquista una VPN, per rimanere anonimi?

Anche se i migliori provider di VPN, come Shellfire, non utilizzano file di registro, dando così già un importante contributo alla protezione della privacy degli utenti, questa accortezza non è sufficiente per garantire un totale anonimato nel momento in cui acquisti una VPN o in altri casi.

Tieni presente che tutti i dati che fornisci nel momento della registrazione inevitabilmente verranno archiviati da qualche parte.

Facciamo un esempio. Il tuo indirizzo e-mail contiene dati quali il tuo codice postale o altri elementi che potrebbero far risalire alla tua identità? Hai un indirizzo e-mail composto da nome e cognome o parti di essi?

In questi casi, faresti meglio a prendere in considerazione la creazione di un nuovo indirizzo e-mail che possa garantire un maggiore anonimato. Dopodiché,  potrai iniziare a pensare a come portare avanti l’effettivo pagamento nel modo più sicuro possibile.

Conclusioni

Le criptovalute sono forse il sistema più rapido e semplice disponibile nei nostri giorni per mantenere l’anonimato quando vuoi pagare un servizio VPN.

Tuttavia, è essenziale che il fornitore della VPN, come è il caso di Shellfire, offra la possibilità di pagare tramite criptovalute. Inoltre, faresti bene ad accertarti di usare una criptovaluta che offra il livello di anonimato che più si addice alle tue esigenze.

Infine, devi essere consapevole che il processo di pagamento non costituisce che una piccola parte dell’obiettivo generale di preservare la tua privacy. Il comportamento individuale e il modo in cui si gestiscono i propri dati personali, così come un servizio VPN che non tenga i file di registro, sono componenti fondamentali per contribuire allo scopo.

Immagine riprodotta: melpomen/123RF

5/5 (2)

How did you like this post?